Monitoraggio ambientale ante corso e post operam

Metropolitana di Roma – Linea C - Tratta T3 - Colosseo/fori Imperiali – San Giovanni

Nell’ambito della realizzazione della tratta metropolitanaT3 “Colosseo – San Giovanni” che rappresenta la parte più centrale della costruenda Linea C della metropolitana di Roma, Natura ha eseguito, ed è tuttora in corso, il Monitoraggio Ambientale delle componenti Atmosfera, Rumore, Vibrazioni e Acque sotterranee.
I ricettori individuati nel PMA per il monitoraggio della qualità dell’aria ambiente sono n. 11 dislocati lungo la tratta interessata dall’opera e relativi a: aree di cantiere e viabilità interessata dai mezzi di cantiere. I Parametri monitorati sono:

– PTS, PM10;

– benzene, toluene, xilene (BTX);

– ossidi di azoto (NO, NO2, NOx),

– monossido di carbonio (CO),

– ozono (O3),

– idrocarburi policiclici aromatici (IPA)

– metalli pesanti.

Contestualmente al monitoraggio degli inquinanti, vengono acquisiti in continuo i parametri meteoclimatici:

  • temperatura;
  • pressione atmosferica;
  • direzione e velocità del vento;
  • umidità relativa;
  • precipitazioni;
  • radiazione solare.

Il PMA prevede il monitoraggio in CO di 12 piezometri per la verifica di eventuali contaminazioni delle acque di falda ai sensi della parte IV del D.Lgs. 152/06 e s.m.i.
I ricettori individuati dal PMA per il monitoraggio del clima acustico sono dislocati lungo la tratta di progetto in corrispondenza di civili abitazioni limitrofe alle aree di cantiere, e lungo la viabilità interferita dai mezzi d’opera. Gli Indicatori acustici monitorati sono:

– livello sonoro continuo equivalente ponderato A – L(A)eq

– L(A)eq diurno (6:00 – 22:00)

– L(A)eq notturno (22:00 – 6:00)

– livelli percentili (L10 valore di picco, L50 valore medio, L90 e L99 rumore di fondo)

Contestualmente al monitoraggio del rumore, vengono acquisiti in continuo i parametri meteoclimatici, al fine di poter validare le misure, secondo quanto previsto dalla normativa vigente temperatura, direzione e velocità del vento, umidità relativa e precipitazioni.

Il PMA prevede il monitoraggio di 6 ricettori per la misura e valutazione degli effetti delle vibrazioni sulla popolazione, nel rispetto della Norma UNI 9614 del 1990

Informazioni caratteristiche
  • Committente
    Metro C S.c.p.A.
  • Durata
    2013 – in corso
  • Settore
    Infrastrutture di Trasporti