Caratterizzazione Integrativa delle aree ex ILVA ed ex ITALSIDER

Sito di Interesse Nazionale di Bagnoli – Coroglio

I lavori del Piano di Caratterizzazione Integrativa delle aree ex ILVA ed ex ITALSIDER del Sito di Interesse Nazionale di Bagnoli – Coroglio, sono stati appaltati al Consorzio Stabile Research che ha designato la società NATURA Srl quale esecutrice delle opere di caratterizzazione ambientale.

I sondaggi sono avvenuti con l’impiego di n. 3 squadre operanti in parallelo, ognuna composta da: un geologo, un sondatore e un aiuto sondatore. Per ciascuna squadra tutte le operazioni di perforazione sono state coordinate dal geologo che ha redatto le stratigrafie intercettate segnalando la presenza di livelli con evidenze di contaminazione.

In totale sono stati eseguiti: n.228 SONDAGGI (1500 m di perforazione), n.10 PIEZOMETRI, analisi chimiche su n.615 campioni di terreno – n.36 campioni acqua sotterranea – n.12 campioni acque superficiali – n.137 campioni per i param. sito specifici

L’attività è risultata particolarmente impegnativa per la Scrivente sia in termini di molteplicità di prestazioni da eseguire – sondaggi, campionamenti e analisi di terreni, acque sotterrane e superficiali, sedimenti, rifiuti, etc.., Slug Test – sia per l’entità quantitativa degli stessi nei tempi fissati, che per la serrata attività di supervisione e controllo condotta da ISPRA che, attesa la rilevanza nazionale del tema e dell’area oggetto dell’intervento, in sinergia con l’ARPA Campania e l’ARPA Veneto (nell’ambito del Sistema Nazionale della Protezione dell’Ambiente (SNPA)) ha eseguito l’attività di validazione dei dati analitici.

Come di prassi le ARPA hanno eseguito le analisi in contraddittorio sul 10% dei campioni prelevati ma in aggiunta ISPRA ha fornito – in forma anonima e incognita – dei materiali di riferimento per l’esecuzione delle cosiddette misure in cieco. Pertanto, contestualmente alle analisi sui campioni prelevati, Natura ha eseguito anche misure sui materiali di riferimento inserendo porzioni di ciascun materiale all’interno di ogni singolo batch ovvero di ogni sequenza analitica pertinente, sottoponendo quindi tali materiali alle medesime procedure di misurazione eseguite sui campioni di Bagnoli. Nello specifico Natura ha condotto complessivamente oltre 200 misure indipendenti sui materiali di riferimento per i diversi analiti e le diverse matrici ed ha provveduto a trametterne gli esiti con cadenza settimanale. La validazione ottenuta è scaturita oltre che dal confronto tra i risultati delle analisi svolte da noi e quelli sui controcampioni analizzati dalle ARPA, anche sui risultati delle analisi svolte sui campioni ciechi.

Per quanto riguarda la restituzione tecnica dei risultati, Natura ha elaborato: Report fotografici, Rapporti di prova, Catene di custodia, Relazione tecnica con sinottici riepilogativi dei risultati delle analisi, tabelle dei superamenti rilevati – che hanno rappresentato la base per l’individuazione di tecniche di bonifica da testare – carte della contaminazione che consentono di visualizzare la distribuzione spaziale del livello di inquinamento.

 

Informazioni caratteristiche
  • Committente
    Agenzia Nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa S.p.A – INVITALIA
  • Durata
    03-2017 / 10-2017
  • Importo
    € 339.679,74 di cui competenza NATURA S.r.l. € 243.844,94
  • Settore
    Siti potenzialmente contaminati